Industria 4.0: gli incentivi applicabili agli investimenti In evidenza

05 Luglio 2017



Premessa

La Legge di Bilancio 2017 ha previsto delle misure agevolative al fine di incentivare gli investimenti. In particolare, con il piano Industria 4.0 sono stati introdotti misure per favorire l’acquisto di beni strumentali, investimenti nella ricerca e nell’innovazione, nonché la creazione di prodotti o servizi altamente innovativi. Inoltre è stata prorogata l’agevolazione sui super-ammortamenti nella misura del 40% e introdotto il c.d. Iper-ammortamento del 150% per i beni di alto contenuto tecnologico. Nell’ambito della ricerca e sviluppo è stato prorogato e potenziato il credito di imposta R&S con un’aliquota del 50% sulle spese agevolate, mentre per le Start up e PMI innovative è stata unificata l’aliquota di detrazione/deduzione sugli investimenti nel capitale proprio pari al 30%. È stata altresì prorogata e potenziata la Sabatini –Ter che prevede un contributo potenziato per i beni ad alto valore tecnologico, oltre alla copertura con garanzia pubblica dell’80% degli investimenti.

Misure previste dal Piano Industria 4.0

Avvio di nuove attività altamente innovative     

Prevista una detrazione/deduzione sugli investimenti in attività altamente innovative pari al 30% dell’investimento effettuato.

Acquisto Beni strumentali      

Possibilità di ottenere un credito agevolato mediante contributi a copertura degli interessi (tramite la c.d. Sabatini Ter) e prestazione di garanzia al credito fino a copertura dell’80% (tramite il Fondo garanzia).

Agevolazione fiscale su acquisti       

Possibilità di dedurre sugli acquisti di beni strumentali quote di ammortamento maggiorate del 40% (c.d. super-ammortamento). Se trattasi di beni ad alto contenuto tecnologico possibilità di dedurre quote di ammortamento maggiorate del 150%.

Ricerca e sviluppo          

Previsto un credito di imposta pari al 50% delle spese relative a investimenti nella ricerca e sviluppo.

Start-Up e PMI innovative: Detrazioni e deduzioni

Per chi investe in Start –up e PMI innovative è previsto un beneficio fiscale sul capitale investito nell’attività. Con la Legge di Bilancio 2017, a decorrere dall’anno 2017 le aliquote di detrazione e deduzione degli investimenti sono state allineate tutte al 30% (anche per le start-up a vocazione sociale e a quelle operative nell’ambito energetico, che beneficiavano di un regime speciale).

Il massimale di detrazione dal reddito per le persone fisiche passa da 500.000 a 1.000.000.

Inoltre, il termine minimo di mantenimento dell’investimento detraibile passa da due a tre anni, pena la decadenza dal beneficio fiscale.

Letto 92 volte
Iscriviti alla nostra newsletter
Quanto fa 2+2 ? 
Name:
Email: 

Contattaci

Seguici sui nostri canali social