robot vpn smart working

Lo sviluppo tecnico di un prototipo meccatronico richiede inevitabilmente delle prove fisiche che, per loro natura, devono essere verificate da diverse angolazioni e posizioni, affinché si possano visionare i risultati ottenuti dallo sviluppo effettuato.

Come abbiamo risolto questo problema, cercando di coniugare sicurezza del personale, smart working e la necessità di procedere con le fasi di lavoro sul campo…!?

Bene, la robotica di servizio ci è stata di grande aiuto. Attraverso il nostro robot abbiamo potuto operare da casa come fossimo in ufficio.

Inviati gli aggiornamenti software e firmware al prototipo, attraverso lo spostamento del robot attorno allo prototipo stesso, abbiamo potuto verificare il movimento di ogni parte meccanica coinvolta, controllando il risultato finale da ogni angolazione. Grazie ad un nostro collega amministrativo presente in ufficio, abbiamo potuto scattare questa foto.

Ogni dispositivo sul quale abbiamo dovuto lavorare è stato connesso in VPN, alla nostra rete. Una rete sicura, crittografata, accessibile solo a chi è in possesso di uno specifico certificato.

Il portatile utilizzato da casa ha un certificato specifico, così come il prototipo. In questo modo l’ingegnere coinvolto nello sviluppo e il prototipo possono dialogare. Contemporaneamente, per avere una visione d’assieme del prototipo in lavorazione, ha sfruttato la telecamera del robot.

Anche il robot si trova in VPN, anch’esso con uno specifico certificato, così da poter operare nella massima sicurezza.

Grazie a questa funzionalità, abbiamo potuto mostrare i miglioramenti ottenuti al nostro Cliente, in tempo reale e senza che nessun dovesse muoversi dalla propria abitazione.

Come tutti sappiamo, le attuali attività sociali e lavorative sono ancora condizione dalla situazione Covid- 19.

Ed è proprio per questo motivo che Fastweb ha deciso di puntare sull’innovazione tecnologica, nello specifico la robotica di servizio.

Da sempre Fastweb consente ai suoi Clienti, scuole ed enti interessati, di visitare il DataCenter Tier IV, eccellenza Italiana e primo Data Center di questo tipo nato in Europa.

A causa di questa emergenza, non è più stato possibile consentire le visite al Data Center come normalmente fatto fino a febbraio 2020.

L’esperienza di Nuzoo Robotics e l’utilizzo della base robotica Ra.Ro., ha eliminato i limiti imposti dal Codiv- 19, consentendo a Fastweb di continuare a proporre le visite guidate del proprio DataCenter. Oggi le visite sono passate da “fisiche a virtuali”, permettendo ad ogni interessato partecipanti della Digital Week. Più di 1.000 persone si sono collegate durante i diversi Webair ed hanno potuto vivere l’esperienza di una “visita virtuale”, questo grazie all’impiego del robot Ra.Ro ed alla continua volontà di innovare di Fastweb.

Robot per finalità attrattive e di marketing

NuZoo è una PMI Innovativa, riconosciuta da Regione Lombardia quale Centro di Ricerca. Questo riconoscimento, unitamente alle nostre competenze, ci hanno permesso di assistere i nostri Clienti nella presentazione di diversi bandi presso Regione Lombardia.

Negli ultimi otto mesi abbiamo fornito assistenza a ben 5 società diverse, con cinque progetti completamente diversi fra loro, consentendo ad ognuna di loro di potersi aggiudicare il Bando al quale hanno partecipato.
Un’esperienza maturata per le nostre stesse necessità che, con molto piacere, mettiamo a disposizione dei nostri Clienti.

Bandi dedicati all’innovazione tecnologica in ambito IoT, alla reindustrializzazione di prodotto ed all’affiancamento nella fase di brevettazione di prodotto sono le diverse attività svolte.

Un servizio che si rinnova in diversi mercati e per applicazioni molto diverse fra loro, grazie all’esperienza ed alle ottime referenze che possiamo vantare sino ad oggi.
I nuovi bandi e finanziamenti agevolati previsti per questo ultimo trimestre 2019 sono compatibili con i nostri servizi pertanto, per qualsiasi informazione, non esitate a contattarci !

Finanziato dalla Regione Lombardia, nel programma operativo regionale per rafforzare la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione nell’ambito del bando Smart Fashion and Design, il progetto I-DUMMY ha avuto come obiettivo la realizzazione di un innovativo prodotto, un manichino robotico studiato e realizzato da tre soggetti in partenariato: ALMAX Spa azienda internazionale leader nella produzione di manichini; NUZOO ROBOTICS Srl societa’ di ingegneria ricerca e progettazione robotica; ACCADEMIA Di BRERA ateneo pubblico del comparto universitario che dal 1776 contribuisce all’attiva dialettica fra scienza, tecnologia e arti.

L’innovazione del progetto I-DUMMY è duplice: da un lato il design e le caratteristiche tecniche del nuovo prodotto studiate per renderlo accattivante e per distinguerlo dagli altri manichini attualmente presenti sul mercato. Dall’altro, il meccanismo robotico, ulteriore elemento d’innovazione, permette di creare un vero e proprio manichino robot in grado di muovere la testa in modo autonomo e interagire con l’osservatore tramite sistema di riconoscimento facciale. Le caratteristiche, proprie del manichino robotico, offrono la possibilità di studiare e proporre innovative azioni di marketing in quanto, grazie alla possibilità di combinare in modo innovativo uno strumento tradizionale come il manichino con elementi tecnologici, digitali e di design di alto profilo, sarà possibile coinvolgere il consumatore in una nuova dimensione esperienziale, in cui è il manichino stesso che, da semplice indossatore, diventa strumento attivo capace di attirare l’attenzione del potenziale acquirente dell’indumento indossato. Per Brera il progetto e’ stato inoltre un positivo ed innovativo esperimento didattico condotto con la sinergia di diverse scuole: Decorazione, Nuove Tecnologie per l’Arte e Pittura.

Grazie a: Stefano Avenia, Chief Administrator Nuzoo Robotics, per la progettazione e realizzazione sistema robotico; Alfonso Catanese, Technical & Quality Manager di Almax, per la progettazione e realizzazione manichini; Elia Cattaneo, Websin Srl con Antonia Iurlaro, assistente amministrativo Brera, per gli adempimenti burocratici ed economici del bando; Ale Guzzetti docente Brera, per il coordinamento con partner esterni e progetto didattico video, animazioni e mapping con allievi del corso Tecniche Multimediali;Stefano Natralla docente Brera, per progetto didattico e still-life con allievi del corso Fotografia Scientifica; Marco Pucci docente Brera, per il progetto didattico mapping, VR e realta’ aumentata con gli allievi del corso Progettazione Multimediale Un ringraziamento particolare a: Giuseppe Bonini e Cristina Galli, vicedirettori di Brera, per aver sostenuto il progetto. A Ciro Casale, studente di Pittura, per il fashion design.

Anatomia umana e biomeccanica da una parte, robotica e innovazione dall’altra. NuZoo è stata invitata ad esporre presso la mostra Realbodies proprio perché il contrasto poc’anzi espresso potesse prendere forma. Le meraviglie espresse dal corpo umano incontrano il tentativo dell’uomo di volerla “copiare”.


Saremo presso la mostra Realbodies per tutto il periodo espositivo, ove sarà possibile vedere i primi robot mini umanoidi (X-Bot e NiceOne) realizzati in Italia nel 2004, unitamente alla nostra CyberHead. Una grande vetrina internazionale che ci permetterà di mostrare quanto siamo stati capaci di realizzare attraverso le competenze di NuZoo Robotics.


Per saperne di più vieni a vederci presso la mostra Realbodies oppure visita il nostro Portfolio Progetti

Piattaforma mobile di telepresenza per musei

Attrazione e interazione in movimento

Prima piattaforma mobile di nuova generazione

Piattaforma robotica mobile, aperta ed appositamente pensata per lo sviluppo di applicazioni di terze parti

Iscriviti alla nostra newsletter

Contattaci

Seguici sui nostri canali social